Webinar: Sistema Informativo e Rischio informatico

Ciclo di Webinar GO-IT GOVERNANCE

1° appuntamento: Sistema Informativo e Rischio informatico

Mercoledì 18 febbraio 2015 - dalle 15.00 alle 16.00

 

L’evoluzione dei sistemi informativi è stata spesso guidata dalla necessità di risposte puramente contingenti, finalizzate solo ad un adeguamento di breve periodo, non supportato da una strategia chiara e strutturata.

Banca d’Italia, nel 15° aggiornamento della Circolare 263 di Banca d’Italia della Circolare 263/06, pone l’accento sulla necessità che ogni organizzazione si debba strutturare per avere un processo di governo del Sistema Informativo che parta dalle strategie di business, attraverso una analisi di come tale processo possa agevolare e, contemporaneamente, di quali rischi possano essere introdotti a causa di una gestione non controllata.

Il 1° febbraio 2015 ha rappresentato la timeline per l’entrata in vigore delle disposizioni sul Sistema Informativo: gli operatori del settore hanno avviato una serie di interventi prima di valutazione e successivamente di implementazione/revisione di processi di gestione dei Sistemi Informativi per dotarsi di nuovi presidi organizzativi e nuove metodologie in ambito IT Governance.

GO IT e S4B sono le soluzioni progettate da Opentech per garantire la conformità al 15° aggiornamento della Circolare 263 di Banca d’Italia, capitoli 8 e 9, per il Sistema Informativo e la Business Continuity e per gestire i processi di governo e controllo per il Sistema Informativo.
Partecipate a questo seminario relativo alla Gestione del Sistema Informativo, per conoscere come GO IT possa supportare i propri clienti nell’ottica di:
• implementare gli standard e le best practices definiti a livello internazionale in materia di governo, gestione, sicurezza e controllo del sistema informativo,
• affrontare praticamente la valutazione del rischio IT come uno dei driver principali su cui basare l'evoluzione del proprio sistema informativo.
• effettuare l’analisi del contesto interno, individuare i presidi e le azioni ed interventi correttivi necessari per raggiungere la conformità allo standard scelto, e al livello di rischio prefissato.